Pasta al femminile: non sarà A2, ma nemmeno C

playoff nazionali serie c femminile pasta
Il Pasta non avrà dunque la squadra femminile nella prossima stagione

Svolta definitiva in casa Polisportiva Pasta: nella prossima stagione la formazione femminile non sarà ai nastri di partenza della Serie A2 e neanche della Serie C regionale

Un lampo accecante lungo un’intera stagione e poi l’oblio: è la parabola del Pasta che nella prossima stagione non iscriverà la formazione femminile. Dopo un campionato trionfale a livello regionale, culminato con il successo nella fase nazionale playoff e il conseguente accesso alla Serie A2, dunque arriva la doccia ghiacciata in qualche modo già preventivata nelle ultime settimane. A spiegare le motivazioni della società gialloblù, ecco in soccorso le parole del nuovo Direttore Sportivo Andrea Scappazzoni, da pochi giorni entrato in carica: «Non iscrivere la squadra alla prossima Serie A2 è stata una scelta societaria dettata dal contesto economico e da alcune garanzie che non si sono rivelate affidabili. Per quel che riguarda la rinuncia alla Serie C è invece stata principalmente una mia decisione: non potendo garantire a breve termine un futuro nei campionati nazionali, preferisco evitare di ritrovarmi tra un anno nella medesima situazione».

Prime patate bollenti, dunque, per l’ex ds del Top Five, il cui incarico nel Pasta sarà a 360 gradi: «Ho avuto dal presidente Banzato garanzia di totale autonomia e dimostrazione ampia di fiducia e siamo tutti concordi che non abbia senso buttarsi in un progetto senza la certezza di poterlo concludere. Ben diversa è invece la situazione della C1 maschile: la possibilità di salire di categoria ci sarebbe a livello economico e gestionale, dunque affronteremo il campionato con serenità e ambizione. Altro obiettivo fondamentale sarà poi proseguire nella costruzione del settore giovanile e della scuola calcio che il Pasta aveva già iniziato prima del mio arrivo, anche grazie al’ingresso in società di Fabrizio Correndo, il quale collaborerà con me proprio sul settore giovanile. Iscriveremo sicuramente la Under 21 e tutte le categorie di scuola calcio, Pulcini, Esordienti, Primi Calci e Micro».