Patron Paracchino non ha dubbi: «L’Isola potrà togliersi molte soddisfazioni»

A una settimana dall’esordio ufficiale in Coppa della Divisione, il patron dell’Avis Isola Fulvio Paracchino mostra tutto il suo entusiasmo

L’ottimismo del patron Fulvio Paracchino è contagioso: «Crediamo di poterci ritagliare delle soddisfazioni e di poter mantenere la categoria. Ne è convinto Tabbia, così come tutto il gruppo». L’Avis Isola si affaccia per la prima volta assoluta in una categoria nazionale: «Aver fatto domanda di ripescaggio è stato un riconoscimento che ho voluto regalare ai miei ragazzi per la stagione passata. Hanno disputato una stupenda serie C1 e per quanto fatto vedere sul parquet ci siamo meritati la serie B». Il mercato estivo è partito un po’ a rilento in attesa della conferma della nuova categoria: «Questo però non ci spaventa e lo spirito visto in amichevole contro la Rhibo mi è piaciuto molto». Gli addii di Modica e Cannella comunque peseranno in vista della la categoria nazionale: «Peccato che non abbiano voluto continuare con noi». A Fossano c’è stato anche l’esordio di Michel Banzato, mentre la società astigiana ha acquistato dall’Orange Futsal Asti a titolo definitivo le prestazioni di Ottavio Balladelli e di Andrea Di Venanzio, già la passata stagione sotto la corte di Tabbia. Sempre dalla società arancionera è arrivato invece in prestito Luca Camisola.