Con Patti è un Sermig sempre più “pinerolese”

sermig squadra
Il Sermig punta a un girone di ritorno d'altissima classifica

Francesco Patti ritrova i vecchi compagni Loverre e Caddeo in un Sermig che assomiglia sempre più al Pinerolo che fu qualche anno fa

Sotto l’albero il Sermig trova Francesco Patti: «Arriva un giocatore di esperienza che ci darà una grossa mano». Il Direttore Generale Jimmy Muttoni presenta ufficialmente l’arrivo del laterale offensivo classe 1983 che in questa prima parte della stagione ha indossato la maglia del Top Five: «Siamo contenti del suo arrivo, soprattutto Mauro Cornelj che ha sempre avuto grande stima di lui». Tre stagioni non si dimenticano tanto facilmente con la maglia di quel Pinerolo C5 ormai defunto, che nel massimo campionato regionale ha tentato per più volte la scalata alla serie B. Il condottiero era proprio Mauro Cornelj e sul parquet non è un caso che ci fossero Giuseppe Loverre, Fabrizio Caddeo e Francesco Patti che a distanza di otto anni si ritrovano ad indossare la maglia del Sermig: «Francesco è un giocatore che deve essere coccolato e sentire grande fiducia per poter disputare una buona stagione, credo che questo sia l’ambiente ideale per lui». Con questo nuovo innesto, dopo quello di Paolo Prudente, il Sermig non può più nascondersi e consolida in maniera esponenziale le velleità di promozione, a maggior ragione dopo una Coppa Italia vissuta da grande protagonista: «Vogliamo fare un girone di ritorno importante e la serie C1 è un obiettivo». Notizie positive per Cornelj, anche perché nel nuovo anno torneranno a disposizione Lorenzo Bonaria e Gianluca Tedesco, pronti a dare il loro contributo nella caccia alla capolista Eporedia.