Pietropaoli tuona: «O si cambia o il Real Rieti non si iscriverà»

pietropaoli real rieti
Roberto Pietropaoli, patron del Real Rieti (foto Massimo Rinaldi)

Serie A di calcio a cinque senza pace: il patron del Real Rieti Pietropaoli minaccia di non iscrivere la squadra in assenza di riforme sostanziali

La Serie A di calcio a cinque rischia di entrare in una spirale senza uscita: il patron del Real Rieti Roberto Pietropaoli minaccia la Divisione calcio a cinque. Il motivo? La serie di rinunce iniziata con il clamoroso addio della Luparense e che potrebbe proseguire con altre uscite di scena, in primis quella dell’Imola Castello ormai praticamente certa. Netta la posizione del club reatino, espressa in un comunicato sul proprio sito: “Se, terminata la riunione di martedì 10 luglio che si terrà a Rieti alle ore 11:00 presso il Palamalfatti di Rieti, dove sono state regolarmente invitate tutte le società aventi diritto, non saranno ratificate sostanziali modifiche di questa disciplina verso una maggiore legalità e progettualità delle riforme del campionato, la società reatina non si iscriverà al campionato della massima serie lasciando ad altri soggetti il prosieguo di uno sport ormai in netta difficoltà. Pertanto, si invitano nuovamente tutte le società di serie A, ad arrivare a Rieti dove sarà garantita anche la presenza dell’avvocato Bernardi in rappresentanza dei giocatori”.