Playoff finale serie A2, il Giudice Sportivo: “Polistena-Active Network si rigioca”

Il Polivalente di Lazzaro

Il Giudice Sportivo ha decretato la ripetizione della gara a porte chiuse: la sospensione dell’incontro è immotivata

Punto. E a capo. Si ricomincia da zero. La finale dei playoff di serie A2 sarà decisa dal e sul campo. Resta da vedere quando. Meno di quarantotto ore dopo la sospensione della gara d’andata, dovuta, come si legge da comunicato ufficiale, da alcuni sputi indirizzati dai sostenitori di casa ad uno dei due arbitri, arriva il comunicato ufficiale del Giudice Sportivo, il quale dispone la ripetizione dell’incontro (LEGGI QUI).

LEGGI ANCHE – POLISTENA-FUTSAL COBA’ GARA SOSPESA PER SPUTO ALL’ARBITRO

Si ripartirà quindi dall’inizio, dallo 0-0 e non dal momento in cui la terna arbitrale aveva decretato il triplice fischio (2-0 a 15’ dal termine). Punita per responsabilità oggettiva anche la società calabrese, con un’ammenda di 2000 euro e la ripetizione della gara a porte chiuse. Sanzione che probabilmente fa tirare un sospiro di sollievo in casa bianconera, anche se sarà confermata, in questo caso, la squalifica di Maluko, al quale va ad aggiungersi quelle di Creaco (espulso) e del portiere Martino (due giornate), oltre che a quella di coach Rinaldi, al quale è stata comminato un ulteriore turno di stop oltre ai tre già comminati dopo la semifinale con il Futsal Cobà.

LEGGI ANCHE – LO SFOGO DEL POLISTENA: “VITTIME DI UN DISEGNO PRESTABILITO”