Playoff, quarti di finale: troppa Feldi Eboli per questo Petrarca

(Foto: Paola Libralato)

La Feldi Eboli sbanca il PalaEste con un successo mai messo in discussione soprattutto nella ripresa contro un Petrarca decimato

Finalmente sul parquet. Al PalaEste però non è festa per i padroni di casa che nella prima sfida dei quarti di finale scudetto cadono con un punteggio che testimonia il momento difficile (causa covid) dei ragazzi di Giampaolo orfani tra gli altri di Victor Mello, Paganini e Joselito. Nulla da togliere ai meriti di una Feldi Eboli capace di portare a casa una vittoria meritata con una condotta di gara perfetta per la posta in palio. Un Romano tirato a lucido apre le marcature e funge da trascinatore. Il Petrarca risponde presente all’appuntamento e nonostante il doppio svantaggio firmato da Luizinho bussa dalle parti di Dalcin ma senza successo perché l’estremo difensore carioca risponde per più di una volta presente. Al cambio di campo la qualità dei ragazzi di Riquer emerge con il passare dei minuti. Il parziale di 5-1 è l’esempio eloquente dettato anche dal fatto che i padroni di casa si giocano la carta del portiere di movimento ma Grello non perdona firmando doppietta personale per il 7-1 finale.

SYN-BIOS PETRARCA-FELDI EBOLI 1-7 (0-2 p.t.)

MARCATORI: 4’43” p.t. Romano (F), 9’08” Luizinho (F), 1’29” s.t. Luizinho (F), 3’12” Romano (F), 4’11” Romano (F), 4’52” Fornari (P), 8’47” Grello (F), 14’04” Grello (F)

SYN-BIOS PETRARCA: Bastini, Fornari, Rafinha, Parrel, Boaventura, L. Bargellini, U. De Luca, Polato, F. Mello, Grossi, Alba, Vitale, Moretti, Alves. All. Giampaolo

FELDI EBOLI: Dal Cin, Patias, Bissoni, Grello, Luizinho, Moura, Romano, Caruso, Dani Chino, Tres, Caponigro, Vitale, Glielmi, Pasculli. All. Riquer