Playout serie A2, lo sfogo della Tenax Castelfidardo: “Faremo valere i nostri diritti”

Dopo l’annuncio dell’annullamento dei playout di serie A2, la società marchigiana annuncia l’intenzione di ricorrere alla Giustizia Sportiva

La Tenax Castelfidardo non ci sta. Dopo l’annuncio della Divisione Calcio a Cinque nell’annullamento dei playout di serie A2, la società marchigiana ha diramato un comunicato in cui annuncia che ricorrerà alla Giustizia Sportiva. Di seguito il comunicato: “Come purtroppo temevamo… con un comunicato ufficiale la Divisione Calcio a cinque ha retrocesso la Tenax Torfit Castelfidardo Calcio a 5. È stato considerato escluso dal campionato nazionale il Rutigliano e, di fatto, siamo arrivati ultimi nella classifica del girone C della serie A2. Questo, chiaramente, vale anche per le squadre degli altri gironi che hanno visto l’esclusione delle società ritiratesi e non il loro posizionamento all’ultimo posto della graduatoria.
È un giorno triste perché eravamo pronti per disputare i playout contro il Futsal Capurso sodalizio certo, a sua volta, che avrebbe giocato contro di noi gli spareggi per non retrocedere. Invece nulla di tutto questo con la nostra squadra all’ultima posto del girone C e i playout annullati. La stagione scorsa retrocedemmo d’ufficio per il quoziente punti nei confronti di una squadra che giocò, come confermato dalle squalifiche nonché penalizzazioni poi comminate dalla Procura Federale, diverse gare con giocatori in posizione irregolare. Ora la retrocessione a causa dell’esclusione di una squadra dal campionato.
Al momento l’unica cosa che ci sentiamo di comunicare è che ci muoveremo per far valere i nostri diritti…