Il Peu Peu può davvero sognare in grande

peu peu cus torino
I ragazzi del Peu Peu possono festeggiare una bella vittoria nel campionato a 5

Prestazione convincente per il Peu Peu che sconfigge in un match tiratissimo i rivali del Real Medellin

Nel calcio a 5, gli equilibri possono cambiare in una manciata di minuti, ma se per segnare è importante l’istinto o la tecnica, per costruire l’occasione serve tutta la squadra. Questo per dire che il Real Medellin, purtroppo, trascura eccessivamente la coralità, sfruttata sin dall’avvio dal Peu Peu, rendendo Inz tutt’altro che inoperoso. Il gol tuttavia tarda a venire, e anche il Real, quando non respinto da Perrotta, è fermato dai difensori rosa. I bianchi ci provano, ma da lontano, e al 17′ ecco che passano gli “ospiti”: palla rubata su un “allegro” disimpegno, e tap-in di Febbraro. Manca un vero pivot al Medellin, ma Gibin fa bene perno e infila l’1-1, ma non basta: 20″ e la difesa si apre davanti a Nagliato. Il Real si disunisce e rischia, ma anche i difensori rosa peccano, e Porzionato può pareggiare. Dunque, la sorte pare contraria, quando Gallini e Gibin si fermano per infortunio, ma così non è: Giuliacci spinge BrunassoCattarello, e sul piazzato ActisCaporale devia e chiude il 1° tempo sul 3-2. Si riparte con qualche maglietta tirata e col Medellin meglio disposto, pur più “nervoso”, di un Peu Peu disordinato. I bianchi sfiorano il break più volte, ma al 33′ una controfuga di Mazzucco, ripiana il risultato. Il match è spezzettato dai falli, più bianchi che rosa, tant’è che al 35′ il Real è al 5°. I portieri difendono bene i propri pali (Perrotta sacrifica una mano..), perciò c’è poco da segnalare se non un paio di gialli per qualche protesta, e un gol annullato al Medellin: diretto dalla rimessa. E proprio di laterale periscono i bianchi: palla a Febbraro, che alza e strozza in girata. Il “-1” sbilancia il Real, che si scopre e patisce da Mazzucco ancora spalle alla porta. I bianchi sono respinti dai legni, e mandano Giuliacci al libero, con cui sigilla il risultato. Il Real si rammarica delle troppe concessioni, e dello scarso feeling con la cornice della rete; il Peu Peu intasca altri 3 punti con una delle dirette concorrenti, e ora guarda ai piani alti.

INTERVISTE IMPOSSIBILI
Gabriele Formia (Real Medellin): «Ci sta che si abbia ecceduto in personalismi in alcune fasi. Abbiamo pagato un po’ troppo caro il finale. A parte i tiri liberi, c’è da dire che anche noi abbiamo preso pali, ma sono uscite, mentre loro, anche spalle alla porta sono riusciti a fare sponda-gol… e alla fine nel conto, questi sono i gol che fanno la differenza».
Matteo Giuliacci (Peu Peu): «Abbiamo vinto, per fortuna! La stagione, è iniziata maluccio, ma abbiamo probabilmente già incontrato una delle squadre più ostiche: l’altra credo sia la Dinamo Losca, che conosco perché giocavo con loro lo scorso anno, e per la “storia” nel torneo. Però nulla di troppo impegnativo, se ci mettiamo la testa e non abbocchiamo alle provocazioni prendendoci a botte, insomma, se non facciamo cazzate, andrà tutto bene…».

CAMPIONATO CALCIO A 5 – GIRONE E

REAL MEDELLIN – PEU PEU 3-6
REAL MEDELLIN: Inz, Actis-Caporale, Gibin, Porzionato, Fortunato, Gallini, Formia, Brunasso-Cattarello, Gulotta
PEU PEU: Perrotta, Pozzato, Nagliato, Mazzucco, Giuliacci, Apicella, Monaco, Febbraio.
MARCATORI: 17’34” Febbraro (p), 19’41” Gibin (m), 20′ Nagliato (p), 22’17” Porzionato (m), 24′ Actis-Caporale (m); 33’10” Mazzucco (p), 45′ Febbraro (p), 46’43” Mazzucco (p), 47’43” tl Giuliacci (p).
AMMONITI: 24′ Giuliacci (p), Actis-Caporale (m), Monaco (p)
MIGLIORI IN CAMPO: Formia e Perrotta

Real Medellin