Real Cornaredo, dall’amarezza all’obiettivo Villorba

real cornaredo
Un frammento della sfida tra Real Cornaredo e Città di Asti (foto Marco Dughetti)

Un sabato pomeriggio amaro per il Real Cornaredo che ora però deve ripartire da Villorba per cogliere le ultime chance di promozione in Serie A2

Ad un passo dalla remuntada. Il Real Cornaredo si ferma sul più bello: «Sinceramente sul 6-2 ci stavo credendo»Luca Cogliati mastica amaro, dopo che Celentano a otto secondi dalla sirena ha fatto svanire, momentaneamente, il possibile sogno, mandando in estasi il Città di Asti. Il suo Real Cornaredo si è fermato sul più bello: «Non sono deluso perché i ragazzi hanno dato tutto. Mi sono complimentato con loro, ma purtroppo ci è mancato quell’episodio favorevole. Onestamente se c’era una squadra che doveva esultare a fine gara, quella eravamo sicuramente noi». Nulla da rimproverare anche se: «Non capisco questo scarso appeal con gli arbitri. Sinceramente ci sono stati fischiati undici falli contro e solo quattro a favore. Nulla da dire sul doppio giallo di Bonaccolta, ci sono molti dubbi invece sul secondo cartellino ai danni di Fadda. Giocare quattro minuti effettivi in inferiorità numerica in una gara così importante, non è per nulla semplice». I ragazzi di Renato Fracci recitano il mea culpa: «Abbiamo pagato a caro prezzo i dieci minuti sciagurati nella gara di andata e tutto questo fa ancora più male perché la serie A2 non è mai stata così vicina». Non solo note negative di un sabato pomeriggio amaro per Scandaliato e compagni. Federico Scolari, classe 1995, rappresenta il sorriso per il futuro: «Molto sorpreso positivamente dal suo impatto soprattutto in una gara così importante in cui abbiamo dovuto fare di necessità virtù, lui è stato capace di rispondere alla grande». Una notizia lieta, visto che sabato la serie A2 passerà ancora dalla trasferta contro il Villorba, nella gara secca valida per il quarto turno, cui seguirà un’ultima occasione nel quinto e definitivo turno. Scolari può essere un’arma in più su cui Fracci può fare affidamento, anche se l’emergenza regna si sovrana viste le assenze forzate di Bonaccolta e Fadda.

QUARTO TURNO PLAYOFF (19 maggio)

A) VILLORBA-REAL CORNAREDO
B) OLIMPIA REGIUM-CUS ANCONA
C) MIRAFIN-SAGITTARIO PRATOLA
D) FUORIGROTTA-FARMACIA CENTRALE PAOLA

QUINTO TURNO PLAYOFF (26 maggio)

A-B
C-D