Real Rieti senza PalaMalfatti: società a rischio chiusura?

real rieti
(foto Facebook Real Rieti)

Il decreto di sequestro preventivo del PalaMalfatti mette nei guai il Real Rieti che minaccia l’immediata cessazione dell’attività

Una presa di posizione netta quella del Real Rieti, in evidente contrasto con l’amministrazione comunale che ha disposto il sequestro del PalaMalfatti. La società di patron Pietropaoli ha emesso un chiaro comunicato che minaccia la cessazione di ogni attività sportiva: In merito al decreto di sequestro preventivo del PalaMalfatti disposto dal G.I.P del Tribunale Ordinario di Rieti dottor Riccardo G. Porro avvenuto in data odierna, venerdì 17 luglio c.a. la società Asd Real Rieti in qualità di gestore dell’impianto sopracitato dichiara quanto segue: “L’esecuzione, avvenuta in data odierna, del decreto, disposto dal Gip dottor Riccardo Porro, di sequestro preventivo del PalaMalfatti, comporta quale inevitabile conseguenza la immediata cessazione, comunicata ufficialmente con la presente, di qualsivoglia attività sportiva riferibile alla Asd Real Rieti e dunque della formazione di serie A, delle formazioni giovanili di quella femminile, della scuola calcio e non ultimo la Special Olimpics: ciò, stante l’impossibilità di poter usufruire su territorio cittadino di un impianto di gioco a norma di regolamento che consenta la partecipazione al campionato di serie A e lo svolgimento delle ulteriori attività sportive. Quanto accaduto è ritenuto da codesta Associazione conseguenza di condotte alla stessa non ascrivibili come comprovato da esistente documentazione che verrà prodotta nelle competenti sedi a tutela dell’immagine societaria”.
Ufficio Stampa Real Rieti