Samperi-Catania, il rapporto è arrivato alla Meta

Salvo Samperi (Foto: Sabrina Malerba)

Inaspettate voci giungono dall’isola: dopo sei anni, a fine stagione, il tecnico siciliano lascerà la Meta Catania

Un solido connubio portato avanti con fiducia e sinergia totale, per sei lunghissimi anni. Ora è arrivato però il momento di salutarsi, con la medesima stima e un inossidabile rispetto. La Meta Catania e Salvo Samperi hanno deciso di dirsi “addio”… o forse “arrivederci”.

Le voci della possibilità di un nuovo corso ai piedi dell’Etna, si rincorrevano ormai da qualche mese. Negli ultimi giorni, poco prima delle semifinali scudetto, risultato massimo per il club rossazzurro, è arrivata la conferma: Salvo Samperi, dalla prossima stagione, non sarà più l’allenatore di quella squadra con la quale ha raggiunto due promozioni in tre anni (dalla serie B alla A) e con la quale ha raggiunto tre Final Eight di Coppa Italia, un quarto di finale Scudetto e ora una semifinale.

Dopo più di 150 panchine e 82 successi, per Samperi è arrivato il momento di abbandonare “la sua creatura” e volgere lo sguardo verso nuovi orizzonti. Non prima, magari, di scrivere, in queste semifinali, un’altra meravigliosa pagina di storia, sua e della Meta Catania. Tante le voci sul sostituto che circolano già dalle parti di Via San Filippo Neri: la più gettonata sembrava essere quella di Ramiro Diaz, anche se negli ultimi giorni le parti son sembrate più distanti, a favore di un esperto tecnico del belpaese.