San Seba e Nachos Mamasita, occasione sprecata?

san seba cus torino
Pareggio fa punteggio, si potrebbe dire per l'esordio del San Seba

La classica gara delle recriminazioni tra San Seba e Nachos Mamasita che alla fine si devono accontentare del pareggio

Un punto solo, su 3 disponibili, può far pensare che si sia sprecato qualcosa. Certo da entrambi i lati del campo, qualche recriminazione c’è al termine di San Seba-Nachos Mamasita, ma sia i biancorossi, senza un portiere di ruolo, sia i giallorossi, ancora “in rodaggio” dei nuovi acquisti, pur piccolo, un passetto in classifica già lo compiono, alla prima uscita. É una partita ad elastico, con continui strappi e recuperi reciproci, che il San Seba inizia col giusto piglio, pur capitalizzando solo una, con Mignacca libero di girare al volo, delle almeno 5 occasioni (a una…) che crea. Della Porta è tenuto caldo dagli avanti biancorossi, e al 9′ poco può sulla rifinitura di Mattalia. Venchi prova a rispondere, ma Grammatica dimostra anche buone doti di posizione coi guanti, ed è incolpevole sul tiro preciso di Vizzuso. Segue una serie di batti e ribatti e capovolgimenti, col San Seba che spreca troppo, compreso un 3 contro 1, e la Lex Pedatoria presenta il conto: controfuga immediata e 2-2 firmato Crova, quindi altro furto di palla di Crova, e assist per il tap-in di in chiusura di 1ª frazione. Grammatica abbandona i pali (per Sartirana), e portatosi in avanti ripiana il risultato. Anzi, il suo apporto in velocità e nel possesso, frutta in 3′ il contro-break biancorosso, ancora con Mignacca e Mattalia. Le squadre dunque, perdono un po’ gli schemi, e Venchi sfrutta un corridoio per proporsi e farsi perdonare qualche errore, accorciando. Il San Seba abbassa la pressione e ne approfitta il Mamasita, che ancora con un Crova inesauribile imbecca Venchi per il 5-5. Continuano i capovolgimenti di fronte, ma anche quando il San Seba raggiunge il “bonus-falli”, i due tiri liberi a disposizione non sono efficaci, e il risultato resta questo, che come detto non esalta le protagoniste, ma che al netto delle occasioni, forse è tutto sommato giusto.

INTERVISTE IMPOSSIBILI
Andrea Mattalia (San Seba): «Si poteva portare a casa. Il loro portiere è stato bravino, mentre noi eravamo senza portiere di ruolo; però Grammatica che si è sacrificato ha fatto bene, e poi una volta uscito, ha fatto vedere l’impatto. Però a conti fatti: 2 punti persi».
Luca Giammarino (Nachos Mamasita): «Soddisfatti? Sì soddisfatti, anzi no, non soddisfatti, perché era una partita che si poteva anche vincere…ma del resto, c’era l’acqua e c’erano anche i tuffatori: i tiri liberi sul finale…anche se li hanno sbagliati, per fortuna, non ci stavano proprio».

CAMPIONATO CALCIO A 5 – GIRONE E
SAN SEBA – NACHOS MAMASITA 5-5
SAN SEBA: Grammatica, Sartirana, Falcone, Mattalia, Baraldo, Mignacca, Colotti.
NACHOS MAMASITA: Della Porta, Crova, Coltro, venchi, Giammarino, Vizzuso, Pirrelli, Casciano.
MARCATORI: 4′ Mignacca(s), 9’20” Mattalia (s), 12′ Vizzuso (n), 23′ Crova (n), 25′ Pirrelli (n); 29′ Grammatica (s), 30′ Mignacca (s), 31’32” Mattalia (s), 35′, 43′ Venchi (n).
MIGLIORI IN CAMPO: Grammatica e  Crova

Nachos Mamasita