Sassuolo, il segreto del successo di De Zerbi è il futsal

Roberto De Zerbi, tecnico del Sassuolo (foto www.calcionews24.com - imagephotoagency)

Il Sassuolo continua ad essere sotto i riflettori grazie soprattutto a De Zerbi abile nell’applicare situazioni di gioco comuni nel futsal

Il Sassuolo è senza dubbio la squadra del momento. La squadra di Roberto De Zerbi sta lasciando tutti a bocca aperta, addetti ai lavori e non tanto da essere sotto i riflettori anche in Europa. Una squadra che a vederla giocare non annoia mai soprattutto perché ha una vera identità di gioco. De Zerbi è un allenatore giovane (classe 1979) e forse per tale motivo, ha guardato con curiosità e interesse al futsal. Il calcio a cinque è uno dei tanti segreti di questo Sassuolo. Non a caso il tecnico bresciano ha manifestato pubblicamente i vantaggi dell’uso della suola (LEGGI QUI l’intervista) nel calcio, e non a caso nel suo Sassuolo si vedono parecchie situazioni di gioco comuni nel calcio a cinque: vedi l’inizio dell’azione tramite l’estremo difensore, vedi combinazioni con la ricerca continua del movimento di smarcamento nello spazio ed in contro, vedi la formazione di continui triangoli che danno la possibilità a chi è in possesso di palla di poter scegliere due opzioni di passaggio, vedi una densità di gioco che si racchiude in pochi metri, vedi i cambi di fronte per sfruttare al meglio l’uno contro uno cercando di colpire il lato debole degli avversari. Non è un caso se le statistiche in merito al numero dei passaggi è aumentato a dismisura in questo ultimo periodo. Il continuo movimento della sfera aumenta la possibilità che il giocatore possa toccarla più volte, proprio come avviene nel calcio a cinque. Pian piano in tanti stanno appurando i vantaggi che derivano da queste situazioni di gioco, tant’è vero che adesso altre società hanno sposato queste metodologie. Il futsal è sempre più visibile nel calcio moderno soprattutto perché permette un’integrazione sia dal punto di vista tecnico che tattico.