Serie C1, il Top Five si gioca una fetta di playoff

cirillo top five serie c1
Il Top Five di Alessandro Cirillo si gioca stasera molto del suo futuro playoff

Giornata numero 19 in Serie C1 con sfide estremamente delicate sia nelle zone alte che nelle zone basse di classifica

A quattro giornate dal termine, la quart’ultima serata di Serie C1 (clicca qui per classifica e programma gare) potrebbe essere quella che indirizza più di un verdetto. Riflettori puntati a Grugliasco, laddove il Top Five aspetta la vice capolista. Il Fucsia Nizza sbarca in via Cln su un campo difficile e in caso di successo taglierebbero fuori i padroni di casa dalla corsa playoff visto il distacco superiore ai dieci punti. I ragazzi di Cirillo però l’ultima volta che hanno concesso qualcosa agli avversari è stato il 30 novembre quando il Pasta fece bottino pieno. Una gara difficile per Cannella e compagni, sicuramente più impegnativa rispetto a quella della capolista Orange Futsal, che sbarca a Robbio con i favori del pronostico. La Pro Vercelli è in salute soprattutto dopo il bel pareggio di Pasta, ma ci vorrà una prestazione sopra le righe per cercare di firmare una vera e propria impresa. La formazione di Mussino vorrà rialzarsi dopo il mezzo passo di venerdì scorso, ma il Castellamonte non vorrà recitare la parte di spettatore non pagante soprattutto e giocare un brutto scherzetto al grande ex Granata. Il Val d’Lans andrà a far visita al Borgo Ticino per cercare di rialzare la testa dopo due sconfitte consecutive. Non sarà facile perché i ragazzi di Failla hanno motivazioni da vendere rispetto a Licciardi e compagni, anche se le assenze forzate di Bacchetta e Giordano possono pesare. Il Borgonuovo ha un matchpoint per allontanare definitivamente la zona playout: il Bardonecchia si presenterà a Brandizzo con i cerotti dopo le pesanti sentenze del Giudice Sportivo: out Suppo e Bocco. Non è da meno il Dorina che dovrà fare a meno di Frandina oltre che di Sereno e Ficini (allenatore e suo vice), e andrà a far visita ad un Sermig orfano del suo tecnico Mauro Cornelj, fermato anch’egli dal Giudice Sportivo.