Serie C1, Savigliano in trionfo: #madicosastiamoparlando?

Si chiude in trionfo la C1 della Futsal Savigliano che domina il Castellamonte e conquista la promozione in Serie B

Come nel più lieto fine di una favola. Una favola magica, fatta di emozioni, sudore, entusiasmo, passione. Fatta di abbracci stretti, di lacrime annunciate e poi versate. Al fischio finale dell’ultimo atto: la ventesima vittoria su ventidue gare disputate, la vittoria che vuol dire Serie B. La Futsal Savigliano ha vinto il campionato regionale di C1, una cavalcata pazzesca, sempre in testa alla classifica, che dopo il 14-1 casalingo in casa con il Castellamonte regala alla squadra di Gotta anche i “mini titoli” di miglior difesa (63 gol subìti) e miglior attacco (169 gol fatti). #madicosastiamoparlando, questo l’hashtag che da settimane si sente nello spogliatoio e tra i dirigenti, questo l’hashtag che fino a tarda notte ha accompagnato la festa biancorossoblù. Al “Palagiolitti” prima, nel cuore di Savigliano poi. Con quel (fiabesco) “BibbidiBobbidiB” apparso sulle magliette celebrative. Come nelle favole, appunto. La gara contro il Castellamonte, comunque salvo e felice per la contemporanea sconfitta dell’Olympic, è una passerella disegnata in una cornice di pubblico mai vista prima, oltre 400 le persone che hanno gremito gli spalti per poter dire “io c’ero” e rendere ancora più speciale un traguardo che è storico per la società e per la città intera. Ai padroni di casa bastano, infatti, appena 57 secondi per portarsi sul 3-0: un’autorete, Piazza (capocannoniere con 57 reti) e Canavese spianano la strada a una gara in cui finiranno sul tabellino marcatori un po’ tutti, da Delija a Golè, da Servetti a Ternavasio. Un tempo a testa per i due portieri, ma soprattutto il tecnico Gotta che non solo per la prima volta rimane seduto per un pezzo di gara (mai visto prima), ma a metà ripresa rompe il protocollo e raggiunge le “Solite Facce” in curva, megafono alla mano, vestendo i panni di primo ultras. Che l’atmosfera fosse festosa, in realtà, si era percepito ancor prima dell’inizio della gara: una gioia sempre mista a incredulità, quella che si legge negli occhi di tutti. Chiedere a capitan Simone Gerbaudo per credere: tra un tempo e l’altro rientra in campo per primo, mani in testa si guarda intorno, un po’ spaesato, forse troppo felice, sicuramente senza parole di fronte a un traguardo così. “BibbidiBobbidiB”, come nelle favole.

Silvia Campanella

SAVIGLIANO-CASTELLAMONTE  14-1

MARCATORI: pt 23’’ Tarella aut., 34’’ Piazza, 53’’ Canavese, 4’00’’ Tarella, 7’14’’ Canavese, 8’39’’ Delija, 9’33’’, 16’32’’ e 17’07’’ Piazza, 18’10’’ Delija, 18’41’’ Piazza; st 7’’ Piazza, 7’58’’ Golè, 10’56’’ Servetti, 14’30’’ Ternavasio.

FUTSAL SAVIGLIANO: Cardillo, Servetti, Caccese, Gerbaudo, Zeppola, Conti, Canavese, Piazza, Delija, Ternavasio, Montecchiani, Golè, Garello, Lepuri. All. Gotta. CASTELLAMONTE: Barioli, Baldassar Vignassa, Consiglio, Berardelli, Fancello, Pezzetti, Tarella.

ARBITRI: Murru di Cuneo e Franco di Cuneo (crono: Pasquarella di Nichelino).

NOTE: ammonito Cardillo.

Clicca qui per risultati e classifica