Serie C2, cronaca di una pazzesca ultima giornata

serie c2 don bosco caselle
La Don Bosco Caselle festeggia l'accesso ai playoff

La Serie C2 di Piemonte e Valle d’Aosta ha chiuso con il botto la sua regular season: rimonte, sorpassi, risultati a sorpresa e il destino che si lega con quello della Serie B

Non c’è che dire, la Serie C2 non ha davvero annoiato nella sua ultima serata di campionato. Il Girone A (clicca qui per classifica e classifica marcatori) non aveva chissà quali nodi da districare, stante il dominio abbondantemente assodato della FM Internazionale: spicca così il cammino prorompente della Don Bosco Caselle di Giuseppe Spiga, capace di vincere le ultime 7 gare consecutivamente e presentarsi in prima linea nella griglia playoff, oltretutto con il privilegio di poter saltare il primo turno visti i 17 punti di margine sulla Pro Casalborgone quinta. Ora gli aeroportuali guarderanno con estremo interesse alla prossima gara tra Città di Vercelli e CUS Piemonte Orientale, unica sfida valida per il primo turno playoff che si disputerà. Già, perché il Girone B (clicca qui per classifica e classifica marcatori) ha regalato invece una serata folle, disegnando uno scenario difficilmente ipotizzabile alla vigilia. Trionfa il Bra di Marco Bertello, compiendo il sorpasso all’ultima curva grazie soprattutto all’impresa dello Sporting Orbassano di Massimo Modenese: la doppietta di Buscemi ha steso l’ex capolista Monferrato Mongardino, arrivata con il fiato cortissimo alle ultime settimane di campionato. Ma, nella delusione, ai monferrini non è andato tutto così storto: un regalo inatteso è arrivato infatti dal Time Warp che, avanti addirittura 6-0 all’intervallo, ha subito l’incredibile rimonta del Santa Rita fino al 7-7 finale. Pareggio che ha fatto restare i biancoverdi a -10 dalla formazione di Rasero e spento i sogni playoff anche del Real Mirafiori, autore di un campionato superlativo ma infine beffato dal risultato dei cuneesi. Ma non è finita qui, perché il Monferrato Mongardino potrebbe avere in realtà già in tasca il biglietto per la Serie C1, con il destino legato alle formazioni piemontesi impegnate nel Girone A di Serie B (clicca qui per la classifica). Secondo i criteri di promozione e retrocessione, infatti, tutto dipenderà dal numero di squadre che abbandoneranno il campionato nazionale: se sarà solamente una (Avis Isola in questo momento maggiore indiziata rispetto alla Futsal Savigliano), allora i monferrini potranno già festeggiare la promozione e la vincente della sfida Don Bosco Caselle-Città di Vercelli/CUS PO ugualmente avrà carta bianca; se invece tramite il playout saranno due le formazioni piemontesi a scendere di categoria, allora ci sarà una finale playoff tra Monferrato Mongardino e la vincente dell’altro girone per definire l’ultima promozione in C1.