Tiago Polido: «Portogallo campione grazie al lavoro della Federazione»

tiago polido
Tiago Polido torna ufficialmente nel campionato italiano

I segreti del successo del Portogallo a Futsal Euro 2018 e le prospettive del calcio a 5 italiano nelle parole di Tiago Polido, allenatore del Lollo Caffè Napoli

Nell’immediata vigilia della finalissima dell’Euro Futsal, era stato buon profeta. L’analisi di Tiago Polido era stata perfetta, ma la vittoria del Portogallo non è frutto del caso: «Tutti i risultati sono l’esito di un percorso ben preciso». L’allenatore della Lollo Caffè Napoli non si ferma alla super prestazione di Ricardinho e compagni contro la Spagna: «Il Portogallo è stato capace di voltare pagina, soprattutto grazie al lavoro meticoloso della Federazione, capace di apportare dei miglioramenti in maniera concreta». Una strada che forse anche l’Italia dovrebbe percorrere: «La Federazione lusitana ha chiesto a tutti gli addetti ai lavori di compilare un modulo nel quale dovevano essere elencati tutti le carenze del movimento. Fatta un’analisi, sono state messe in pratica quelle modifiche che gli addetti ai lavori richiedevano e i risultati sono questi. Non posso dire se questa può essere la soluzione anche per il futsal italiano, ma potrebbe essere un’idea. Non si deve copiare, ma si può prendere spunto da questa iniziativa, cercando soprattutto di essere coerenti e definire una linea guida ben precisa». Il fallimento della Nazionale non è affatto una sorpresa: «Bisognerebbe investire soprattutto sui settori giovanili, mentre alcune società preferiscono pagare le sanzioni per investire solo sulla prima squadra». Eppure nel 2014 ad Anversa si era toccato il cielo con un dito: «Era una vittoria che doveva fungere da impulso per promuovere tutto il movimento, cercando di sfruttare a pieno le strutture per ospitare questa disciplina: ci sono palasport adatti a questa disciplina, con una capienza di pubblico capace di rendere il calcio a cinque ancora più spettacolare, solo che non vengono sfruttati a dovere».