Tombesi, dopo la rabbia, ecco le sentenze del Giudice Sportivo

Il patron Alessio Tombesi (Foto: Facebook Tombesi C5 Ortona)

La Tombesi dopo il pareggio pieno di rabbia contro il Buldog Lucrezia, arrivano le sentenze del Giudice Sportivo

La Tombesi dopo aver schiumato rabbia per il pareggio contro il Buldog Lucrezia, subisce la mano pesante del Giudice Sportivo. A carico della società arriva una multa di 600 euro “per corali ingiurie e minacce da parte di propri sostenitori nei confronti degli arbitri per tutta la durata dell’incontro. Perché persona non identificata ma appartenete alla società infastidiva l’osservatore arbitrale esprimendo giudizi negativi nei confronti degli arbitri. Per mancanza d’acqua a fine gara nello spogliatoio arbitrale che non consentiva alla terna di fare la doccia. A fine precauzionale gli arbitri venivano scortati all’esterno dell’impianto di gioco dalla forza pubblico”.

CLICCA QUI PER I RISULTATI E LA CLASSIFICA DEL GIRONE C DI SERIE A2

Non solo ma il Giudice Sportivo ha voluto fermare anche il patron Alessio Tombesi perché “assistendo alla gara dagli spalti rivolgeva agli arbitri continue ingiurie e minacce. In una circostanza protestando avverso un provvedimento arbitrale lanciava sul terreno di gioco una bottiglietta piena d’acqua che di rimbalzo bagnava la schiena dell’arbitro N° 1 e il terreno di gioco. A seguito di tale evento la gara rimaneva sospesa per oltre cinque minuti per fare asciugare il terreno stesso”.