Tomic salva la Serbia, che beffa per la Slovenia

vrhovec slovenia
L'esultanza di Vrhovec e della Slovenia strozzata sul più bello (foto Uefa Futsal)

La gara inaugurale di Euro Futsal 2018 termina in parità e con la beffa per i padroni di casa, raggiunti dal tocco di Tomic a una manciata di secondi dalla fine

Un punto ciascuno tra Serbia e Slovenia, con l’Italia che è l’unica a sorridere. Incipit di gara a ritmi bassi con i padroni di casa che rompono l’emozione con Fetic il quale sfonda sul laterale destro e sfrutta un’indecisione di Momčilović. La Serbia fatica a trovare il ritmo partita e in fase difensiva non sembra impeccabile, così gli sloveni sono sempre più pericolosi fino a quando Vrhovec si coordina alla perfezione per trovare il raddoppio su perfetto schema da calcio d’angolo. Kocic sembra l’unico a creare la superiorità numerica e qualche apprensione a Puškar, ma è Ramic a svegliare i serbi con un destro dalla distanza aiutato da una deviazione. A campi invertiti Kocic cerca di caricarsi la squadra sulle spalle, ma con scarsi risultati. I ragazzi di Dobovičnik  sono sempre pericolosi in fase offensiva: Fideršek e Vrhovec testano i riflessi di Momčilović. I padroni di casa danno la sensazione di poter allungare nel punteggio da un momento all’altro, ma hanno il grande difetto di non concretizzare quanto costruito. Così la mossa del portiere di movimento ordinata da  Ivančić comporta il pareggio a pochi secondi dalla sirena con la zampata di Tomic su conclusione di Kocic nelle vesti di portiere di movimento. Un pareggio che lascia molto amaro in bocca agli sloveni, mentre la Serbia dovrà cambiare marcia giovedì contro l’Italia e potrà contare sui rientri di Peric e Aksentijevic.

Chi ha avuto già l’onore e l’onere di incontrare Tomic e compagni, è stato il Kuwait di Lino Gomes, che così ha potuto fotografare i serbi: «E’ stato un regalo che abbiamo fatto ai nostri ragazzi, incontrando una delle nazioni più quotate in Europa. Sono una Nazionale molto solida che gioca insieme da un po’ di anni. Hanno molta forza fisica e un’età anagrafica abbastanza alta e per tale motivo l’esperienza in queste competizioni non manca di certo: sarà dura per tutti affrontarli». Ecco tutte le insidie del girone dell’Italia: «E’ molto duro senza dubbio, anche la Slovenia da paese ospitante vorrà fare bella figura. Fondamentale sarà l’esordio, in quanto bisognerà partire con il piede giusto».