Top Five, serve un blitz esterno per mettere le mani sulla salvezza

melillo top five
Sara Melillo, la grande assente della sfida di domani per il Top Five (foto PinoZann MegaZpm)

Domani pomeriggio crocevia fondamentale per il Girone A di Serie A2: dopo uno splendido ritorno, alle ragazze del Top Five serve un ultimo sforzo per conquistare la salvezza

Essere virtualmente al secondo posto nel girone di ritorno e ritrovarsi ancora in pienissima bagarre salvezza: è il destino del Top Five che domani sul parquet del Trilacum è atteso da una sfida diretta che potrebbe essere determinante. Già, perché in un pazzo Girone A di Serie A2 ancora tutti i verdetti sono in bilico: lassù in alto, il testa a testa tra Flaminia e Noalese, con la Torres già di fatto al riparo nella sua solida terza piazza, mentre in fondo solo il Sassoleone è già conscio del proprio destino, ovvero quello di giocarsi tutto nel playout. Ma quale sarà l’avversaria delle emiliane? Difficile azzardare un pronostico, con ben sette squadre nel giro di sei punti a metà tra un posto playout e due validi per i playoff. In mezzo alla bagarre c’è proprio il Top Five che, con 16 punti, nel girone di ritorno sarebbe la seconda forza del girone al pari della Flaminia e alle spalle della sola Noalese. Un netto cambio di marcia per le torinesi, forti di quattro vittorie su quattro al Palatucci e ora a caccia del primo successo esterno del 2018 per consolidare una rimonta straordinaria. Grande assente in terra trentina sarà Sara Melillo (oltre a Picerno, Emmanuello, Ferro e Gianella), beffata nell’ultima gara da un clamoroso errore arbitrale: uno scambio di persona che le è costato il secondo giallo e l’espulsione dopo un fallo commesso invece da Casella, un errore che il direttore di gara non ha voluto riconoscere e ammettere malgrado anche onestà e fair play dimostrati sul campo dalle avversarie del San Pietro. Ma è proprio la Melillo a suonare la carica: «Inutile dire che sono arrabbiatissima e che mi alleno con la “carogna” da due settimane…Ma anche da squalificata andrò in trasferta con la squadra e correrò per tutta la tribuna per sostenerle e incoraggiarle. E sono sicurissima che le mie compagne faranno una grande partita anche pensando a me». E pensando anche a una salvezza mai così vicina e che sarebbe certamente strameritata alla luce dello strepitoso girone di ritorno disputato.

Clicca qui per classifica e programma gare