Viscidi insegna: “Un bambino che impara il calcio a 5 cresce meglio”

viscidi figc
Maurizio Viscidi coordinatore delle Nazionali giovanili (foto www.figc.it)

Maurizio Viscidi, coordinatore delle Nazionali giovanili della FIGC, ha espresso la sua opinione su quel che dovrebbe essere lo stretto rapporto tra calcio e calcio a cinque

Nessuno più di Maurizio Viscidi ha autorevolezza e competenza per definire ciò che è più corretto insegnare e trasmettere nella formazione dei calciatori in erba. Il coordinatore delle Nazionali giovanili della Federazione Italiana Giuoco Calcio ha recentemente risposto ad alcune domande all’interno del programma “Da tecnico a tecnico” proposto dal sito www.figc.it. Tra le molte e interessanti questioni affrontate, spicca certamente quella che mette in risalto la connessione tra calcio e calcio a 5, tema molto dibattuto, anche dal nostro TL Futsal Show, in queste settimane: “Un bambino, se cresce facendo calcio a 5 e poi calcio a 11 successivamente, secondo me cresce meglio. Ci sono tante federazioni, come ad esempio quella brasiliana, che impongono contemporaneamente il campionato a 11 e il giorno prima, o il giorno dopo, la partita di torneo o campionato di calcio a 5. Il futsal è molto utile per il miglioramento dei fondamentali individuali, per la conoscenza delle situazioni di gioco ridotte, dunque nel complesso per facilitare anche e soprattutto il dominio della palla sin dall’attività di base”.