Connettiti con noi

Dal Mondo

Zonta, China e Vavà sfogliano la margherita: il mercato regala queste opportunità

Pubblicato

su

Nell’ultima fase di mercato i tre “formati” sono uno dei tanti piatti prelibati: c’è solo da scegliere la prossima destinazione

La nuova stagione 2021/2022 è ormai alle porte. Ancora pochi giorni e molti club di serie A, A2 e B daranno il via al loro pre-campionato. Come non succedeva da anni, infatti, i tre campionati nazionali partiranno in contemporanea il prossimo 9 ottobre, solo sei giorni dopo la finale del Mondiale che si svolgeranno in Lituania dal 12 settembre.

Molti club, però, stanno ancora cercando gli ultimi tasselli da inserire in rosa. E in quelli che potrebbero essere i botti finali, potrebbero esserci tre calcettisti brasiliani che giocherebbero però con la qualifica di “formati”. Tre occasioni da non farsi scappare, che rispondono ai nomi di Guilherme Zonta, Fernando Calderolli e Valdir De Lima.

Zonta, difensore-laterale destro classe 1997, dopo l’ottima stagione disputata a Ciampino (secondo posto nel girone B di A2), è all’ultimo anno di contratto con il Mantova. La società lombarda sembra intenzionata ad ascoltare le richieste che arriveranno per il giovane play, già campione d’Italia u18 e u21 con la maglia del Kaos.

In attesa di un club che soddisfi le sue richieste, anche il più piccolo dei fratelli Calderolli, quel Fernando che dopo la doppia promozione dalla B alla A con la maglia del CMB, ha girovagato per lo stivale indossando le maglie di Ortona, Bernalda e Prato. Con Fabricio oltre ad avere soprannome (China) e connotati fisici identici è in attesa di conoscere la sua prossima destinazione.

Da valutare, invece, la situazione di Vavà. Il nome dell’ex capitano del Sala Consilina, laterale da 22 reti nell’ultima stagione, era stato accostato ad inizio mercato a parecchi club di A e A2, ma dopo il ritorno in Brasile, il talento classe ’91, ha deciso di indossare la maglia del San Paolo, al fianco di Gabriel Lima, in attesa magari della chiamata giusta dal Bel Paese.